Le luci del cammino a Magliano dei Marsi LA FIACCOLATA DELL’IMMACOLATA

Una fiamma per ricordare le vittime del terremoto 

 

di Ilaria Canali

 

“La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati. La nostra paura più profonda è di essere potenti oltre misura.

È la nostra luce, non il nostro buio che ci fa paura. Noi ci chiediamo: “Chi sono io per essere così brillante, così grandioso? Pieno di talenti, favoloso? In realtà chi sei tu per non esserlo? (…) Nel momento in cui noi permettiamo alla nostra luce di splendere.

Noi inconsciamente diamo agli altri il permesso di fare lo stesso. Nel momento in cui noi siamo liberi dalla nostra paura.

La nostra presenza stessa, automaticamente, libera gli altri”. 

Nelson Mandela

 Ancora una volta FederTrek si è rispecchiata e ritrovata nelle luci che hanno percorso il Borgo di Magliano dei Marsi nella Fiaccolata dell’Immacolata lo scorso 8 dicembre. Piccole fiammelle portate dagli escursionisti di Geomont Abruzzo, che ha organizzato l’iniziativa, insieme a Ogni Quota, i Volontari Federtrek, Sentiero Verde e tanti amici, per rischiarare il paesino silenzioso e bellissimo che si trova al centro della Marsica.

Il segreto del successo di questa manifestazione che coniuga cammino e cultura e ogni hanno tocca il cuore di chi la vive, è in questo chiaro scuro. Nel contrasto tra la luce delle fiaccole e l’ombra della notte invernale, contrapposizione che ricorda quella tra speranza e disperazione di chi conosce il dramma, ma anche la strada per uscirne. Come è noto, il dramma che Magliano ha vissuto è accaduto 101 anni fa quando un terremoto lasciò un segno indelebile e terribile. L’eredità di questo triste capitolo di storia non poteva non farsi sentire con maggior forza quest’anno, dopo il sisma che ha colpito il Centro Italia. Da Magliano dei Marsi infatti la Protezione Civile Confraternita della Misericordia si è immediatamente attivata per soccorrere i territori colpiti.

Achille Fontani, Presidente di Geomont Abruzzo, ha dedicato la manifestazione della Fiaccolata di quest’anno alle vittime del terremoto, con l’augurio che possano tornare quanto prima a una condizione di normalità. “Un pensiero va alle vittime”, ha detto Achille Fontani, “ma un altro pensiero va al patrimonio culturale che l’Italia ha perso. Noi qui che possiamo fare? Il nostro è solo un gesto.

E’ vero, è solo un piccolo gesto quello di una iniziativa come la Fiaccolata dell’Immacolata, ma ha una forza simbolica forte e avvincente che si collega alla rete di solidarietà che FederTrek sta costruendo grazie alla campagna “Io cammino per ricostruire”, tesa a raccogliere fondi per finanziare progetti concreti di ricostruzione. I cammini, come le fiaccole, accenderanno di nuovo i territori e i passi saranno il fertilizzante della speranza.

Ilaria Canali

Ufficio Stampa FederTrek Escursionismo e Emabiente

15338824_1179141385474491_1124835701177275959_n 15420752_1178499635538666_8445559618576928626_n 15318024_1179142302141066_1425482457536423428_n-300x198 15326345_1178499558872007_8088054191845111095_n-300x198